Gli altri costi del mutuo

Per fare un mutuo non si pagano soltanto gli interessi: le banche fanno pagare alcune spese, a volte di importo significativo.

Le spese più frequenti riguardano

  • l’istruttoria della pratica di mutuo
  • le spese per consentire alla banca di far fare una perizia sul valore dell’immobile che si acquista
  • le spese per l’incasso di ogni rata
  • gli importi dell’assicurazione obbligatoria a copertura di danni sull’immobile che si possono verificare con eventi disastrosi (ad esempio lìincendio).

L’insieme di tutte queste spese incidono sul costo complessivo del finanziamento. E non dobbiamo trascurarle quando ci apprestiamo a fare un mutuo.

Non tanto per per permettere di fare un paragone ma perché sono obbligate a farlo, le banche vi fanno leggere un tasso di interesse che riassume quanto costa fino in fondo quel mutuo. E’ l’Indicatore Sintetico di Costo (ISC). Possiamo paragonarlo al TAEG previsto per i finanziamenti nella forma del credito al consumo. La misura dell’ISC – proprio perché al suo interno vi sono spese aggiuntive – è di solito superiore a quella del tasso di interesse.

Infine chi si accinge a comprare casa va incontro a spese di cui non abbiamo ancora parlato e che non tratterete in banca:

  • le spese relative al notaio
  • le imposte
  • eventualmente le commissioni da versare all’agenzia immobiliare.